Lettore codice a barre confronto 2016

Top 6 Miglior Lettore codice a barre 

  • Modello

  •  
  • Recensione clienti

  • Barcode scanner 1D | 2D

  • Buffer

  • Tono di segnalazione

  • Spegnibile

  • USB

  • Lunghezza del cavo

 

Nessun prodotto trovato per "lettore codice a barre".

 

É presente ovunque il codice a barre: negli alimenti, biglietti, libri, riviste, imballaggi e anche nei pacchetti. Senza queste lineette zebrate sarebbe oggi giorno quasi impossibile vivere poichlettore Barcode-300x225é ci semplificano gli acquisti e l´ordinare i prodotti negli scaffali. Il lettore codice a barre viene in grande parte utillizato sia dalle piccole come anche dalle grandi imprese, nelle industrie e anche nei servizi comuni.

Si tratta di scritta leggibile optoelettronica, stampata su delle etichette che voi vengono incollate sulla merce. É composta da lineette di diverese dimensioni ordinate parallelamente separate da dei piccoli spazi vuoti. I lettori di codice a barre, sono lo strumento in grado di leggere i codici a barre. Il termine Codice non coinsiste in una cifratura, ma in una disposizione di dati in simboli binari. Vengono stampati su delle etichette numerate o codificate.
Il nostro confronto tra i migliori lettori di codice a barre del 2016, prende in considerazione solo i miglior modelli comprabili sul mercato, e vi mostra cio di cui dovreste fare attenzione per fare un ottima scelta d´acquisto.

facilita nell passare gli aricoli in cassa con un lettore di codice a barre

Lettore codice a barre?

Di lettori di codice a barre esistono due tipi, quelli mobili e quelli fissi (Esempio: casse del supermercato). Questi leggeno i codici a barre in 1 e 2 Dimensioni (non 3D) e trasfericono le informazioni al sistema collegato a loro. Nella granparte dei casi questi attrezzo sono collegati con un sistema di cassa oppure con un computer. I sistemi trasformano le lineette zebrate in informazioni e in numeri. Il formato piú semplice di questi codici a barre, coinsiste nelle linee nere ordinate parallelamente, che possono essere di diverse dimensioni.

I lettori di codici a barre hanno sviluppato il mondo del lavoro in maniera eccezionale, giá pensando alla rapidita con cui possano passare i prodotti alla cassa di un supermercato ci fá capire l´utilitá dello strumento. Tempo fa i prezzi venivano digitati a mano sui calcolatori. La probabilitá d´errore di digitazione era anche assai alta. Oggigiorno il lavoro e stato delegato al lettore codice a barre che puó sia essere mobile che stazionato su una postazione.

Come funziona un lettore di codice a barre?

I lettori di codici a barre leggono una stricia codificata, acquisiscono i dati e li trasformano in TaoTronics-lettore codice a barre300x225informazioni. Sono collegati ad un software oppure ad un sistema di cassa, sui quali trasmettono i dati per via Bluetooth, per via diretta oppure tramite un cavo USB. Dopo l´elaborazione dei dati, queste informazioni appaiono sui display o sui monitor.  La maggior parte dei lettori di codici a barre sono collegati con un cavo USB. Vengo spesso utilizzati ovunque ci siano prodotti marchiato con un codice a barre, come per esempio durante un check-in in hotel, nella spedizione dei prodotti oppure anche nella categoria della gestione degli eventi.

La maggior parte dei lettori barcode sono degli strumenti di lettura di codici a barre in 1D. Si tratta di strisce nere e bianche che troviamo spesso nella copertina dei libri e nella merce dei supermercati. Il lettore codice a barre riconosce il codice grazie ad un raggio rosso oppure ad infrarossi, che riconosce il codice in maniera ottica. I codici in 2D come per esempio i codici QR non possono essere decifrati da un lettore di codici a barre  a 1D.

I lettori barcode in grado di leggere i codici in 2D sono di norma piú cari di quelli che leggono solo in  1D. I possessori di uno smartphone possono semplicemente utilizzare delle app per leggere i codici QR che di solito contengono maggiori informazioni come link a dei siti.

Che genere di lettori Barcode esistono?

Codici a barre linearilettore codice a barre Inateck-300x300

In questa categoria di codici lineari, coinsiste in codici di differenti dimesioni. Nella maggior parte dei casi contiene
un numero di identita per le banche dati. La composizione é di 30 lineette massimali.

Codice a barre pluridimensionale

Si tratta dei cosidetti codici Matrix, chiamati anche codici 2D. Questo è un codice a barre bidimensionale a matrice, composto da celle bianche e nere disposte in uno schema di forma rettangolare o quadrata.

Che tipi di lettori di codici a barre esistono?

Scanner codice a barre a 1D

Questo lettore codice a barre unidimensionale (1D) é utilizzato nelle industrie e nei spedizione Tera-lettore barcode-300x300commerci. Tutte le merci di queste categorie sono identificate con dei numeri a 13 cifre. Nel mondo del lavoro i lettori di codici a barre rendono i compiti piú efficaci e semplici come per esempio nei negozi , nelle casse, nei lager, negli uffici o anche negli inventari. La produttivitá e le cifre d´affari aumentano grazie allo strumenti in maniera decisiva. 

I dati vengono trasmessi tramite un cavo USB oppure sistema bluetooth a un computer oppure una cassa. Se collegato con un Computer allora il lettore codice a barre prende la funzione di una tastiera. Le tabelle Excel possono essere d´ora in poi facili da creare. Molto piú semplice sará utilizzare un lettore codice a barre grazie ad un software adatto.

Scanner codice a barre a 2D

Da piú anni esiste lo scanner codice ascanner barcode Colemeter-300x300 barre pluridimensionale, che é composto da differenti  forme. Il posto a disposizione per questi codici é di norma piccolo e quadrato.

La lettura dei codici QR richiede una tecnica complessa come negli scanner a 1D. Qui non bastano gli infrarossi, ma serve una camera che raccoglie le informazioni e le trasforma in materiale elettronico. Di solito nell´ambito privato i codici QR vengono utilizzati dagli smartphone per il download di un´applicazione. 

 

 

Scanner 1DScanner 2D
esempio codice barcodeesempio qr codice

Cultura generale sugli scanner codice a barre

Oggigiorno é presso che impensabile eliminare i lettori di codice a barre, perché ci facilitano la vita in maniera estrema. Prima ancora che esistessero bisognava segnare tutto a mano. A partire dal 1949 Bernard Silver e Norman Joseph Woodland  cominciarono i loro primi esperimenti per creare uno scanner barcode. Nel 07.10.1952 venne pubblicata la prima patente per i lettori codice a bare.
La Wal-Mart  negli anni ´70 cominció a forzare i fornitori a stampare i codici a barre sui prodotti. Il UPC-code fu aggiunto in USA nel 1973. Nel 1974 la catena di supermercati americani Marsh, fu la prima a scannerizzare un prodotto con il codice a barre, ed era un pacchetto di gomme da masticare della Wrigleys.
Nel  1976 venne introdotto in europa il codice EAN.

 

[ratings]